mercoledì 19 dicembre 2018
 
 
Domanda n. 1
La decisione di rito che risolve il ricorso in base ad una questione pregiudiziale, può essere di irricevibilità, di inammissibilità e di nullità. Determina una decisione di irricevibilità....
1)
La presentazione del ricorso fuori termine
2)
La presentazione del ricorso ad autorità incompetente
3)
La mancanza di qualcuno degli elementi essenziali del ricorso

Domanda n. 2
Ai sensi dell’art. 40 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, i prodotti, i processi, i servizi e i sistemi di qualità aziendali impiegati dai soggetti esecutori a qualsiasi titolo di lavori pubblici devono essere:
1)
rispondenti a criteri di qualità medi.
2)
sottoposti a certificazione.
3)
accompagnati da una autocertificazione che attesti il rispetto degli standards di qualità europei.

Domanda n. 3
L'esigenza di individuare adeguati strumenti di coordinamento tra soggetti che agiscono nei vari settori di interesse pubblico è dipesa:
1)
dalla regionalizzazione;
2)
dalla moltiplicazione e dalla differenziazione dei centri di potere;
3)
dalle privatizzazioni.

Domanda n. 4
L’art. 17 della legge n. 241/1990, come modificata ed integrata, ammette che per disposizione espressa di legge o di regolamento può essere prevista per l’adozione di un provvedimento la necessità di acquisire preventivamente le valutazioni tecniche di organi od enti appositi. Questi soggetti devono provvedere nei termini prefissati dalla disposizione stessa o, in mancanza, entro un termine prefissato dalla medesima legge sul procedimento e può interromperlo qualora abbia rappresentato esigenze istruttorie:
1)
può essere interrotto per non più di due volte e la valutazione deve essere resa definitivamente entro trenta giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
2)
può essere prorogato per una sola volta e per un termine comunque non superiore a novanta giorni.
3)
per una sola volta e la valutazione deve essere resa definitivamente entro quindici giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.

Domanda n. 5
Ai sensi del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, nei contratti relativi a lavori, il progettista incaricato della progettazione posta a base di gara e in ogni caso della progettazione esecutiva deve essere munito:
1)
di una fideiussione bancaria generale pari al 5% del valore del contratto.
2)
di una dichiarazione rilasciata da organismo certificato.
3)
di una polizza di responsabilità civile professionale per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività di propria competenza.

Domanda n. 6
É personale l'autorizzazione:
1)
Il cui contenuto è predisposto dalla legge e non è pertanto suscettibile di limitazioni.
2)
Rilasciata sulla base di un apprezzamento discrezionale della P.A., concernente requisiti che ineriscono la persona del soggetto autorizzato.
3)
Implicitamente rilasciata in mancanza di un motivato provvedimento di diniego.

Domanda n. 7
La giurisdizione generale di legittimità dei T.A.R....
1)
É limitata quanto al potere di decisione, non potendo l'atto annullato essere riformato.
2)
Non può riguardare l'accertamento dei vizi di incompetenza di un atto amministrativo
3)
Non può riguardare l'accertamento dei vizi di eccesso di potere nell'emanazione di un atto amministrativo.

Domanda n. 8
Sono beni di interesse pubblico:
1)
Solo i beni che, appartenendo ad un ente pubblico, sono destinati a soddisfare un interesse pubblico.
2)
I beni che potrebbero soddisfare un interesse pubblico.
3)
I beni appartenenti a soggetti pubblici o privati che soddisfano direttamente ed istituzionalmente un interesse pubblico.

Domanda n. 9
Ai sensi dell’art. 53 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, qualora, in sostituzione totale o parziale delle somme di denaro costituenti il corrispettivo del contratto, sia trasferita all'affidatario la proprietà di beni immobili appartenenti all'amministrazione aggiudicatrice, il trasferimento della proprietà può essere disposto:
1)
immediatamente dopo l’aggiudicazione.
2)
solo dopo l'approvazione del certificato di collaudo.
3)
immediatamente dopo la stipulazione del contratto.

Domanda n. 10
Ai sensi dell’art. 11 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, il contratto può essere stipulato:
1)
mediante atto pubblico notarile, o mediante forma pubblica amministrativa a cura dell'ufficiale rogante dell'amministrazione aggiudicatrice, ovvero mediante scrittura privata, nonché in forma elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante.
2)
solo mediante atto pubblico notarile o forma pubblica amministrativa a cura dell'ufficiale rogante dell'amministrazione aggiudicatrice.
3)
solo mediante atto pubblico notarile.


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"