domenica 24 febbraio 2019
 
 
Domanda n. 1
Colui che ha il possesso corrispondente all'esercizio del diritto di usufrutto su di un immobile altrui, può usucapire la proprietà dell'immobile stesso?
1)
No, anche se il titolo del suo possesso é mutato per causa proveniente da un terzo o in forza di opposizione da lui fatta contro il diritto del proprietario
2)
Sì, in ogni caso
3)
Sì, purché il possesso corrispondente all'esercizio del diritto di usufrutto si protragga da almeno dieci anni ed il titolo del possesso è mutato per causa proveniente da un terzo o in forza di opposizione da lui fatta contro il diritto del proprietario
4)
Si, se il titolo del suo possesso non é mutato per causa proveniente da un terzo o in forza di opposizione da lui fatta contro il diritto del proprietario
5)
No, se il titolo del suo possesso non é mutato per causa proveniente da un terzo o in forza di opposizione da lui fatta contro il diritto del proprietario

Domanda n. 2
Quale delle seguenti azioni è prevista dal codice civile a difesa del possesso?
1)
Azione di reintegrazione o spoglio
2)
Azione di rivendicazione
3)
Azione negatoria
4)
Azione di delazione
5)
Azione di locazione

Domanda n. 3
Si parla di novazione soggettiva:
1)
Quando un nuovo debitore è sostituito a quello originario
2)
Quando le parti sostituiscono all’obbligazione originaria una nuova obbligazione con oggetto o titolo diverso
3)
Quando le parti operano una modificazione accessoria di una obbligazione
4)
Quando la qualità di debitore e quella di creditore si riuniscono nella stessa persona
5)
Quando il creditore restituisce volontariamente al debitore il titolo originario del credito

Domanda n. 4
A norma del codice civile, i comuni si qualificano:
1)
Persone giuridiche pubbliche
2)
Persone giuridiche private
3)
Enti parastatali
4)
Enti atipici
5)
Associazioni non riconosciute

Domanda n. 5
Ai sensi dell'art. 1354 del codice civile, se ad un contratto è apposta una condizione sospensiva impossibile:
1)
Il contratto è nullo
2)
La condizione si ha come non apposta
3)
Il contratto è annullabile
4)
Il contratto è valido, ma produce i suoi effetti solo dopo la pronuncia con la quale il giudice dichiara la condizione impossibile
5)
Il contratto è rescindibile

Domanda n. 6
Ai sensi del codice civile, la facoltà di revoca spettante a colui che ha costituito con atto tra vivi una fondazione si trasmette agli eredi del fondatore?
1)
2)
Sì, ma solo se non sia intervenuto il riconoscimento
3)
No, salvo che il fondatore abbia fatto iniziare l'attività dell'opera da lui disposta
4)
Sì, ma solo se non sia intervenuto il riconoscimento e non sia iniziata l'attività disposta dal fondatore
5)
No

Domanda n. 7
In quale delle seguenti circostanze si può dire che il contratto preliminare è nullo?
1)
Quando non è fatto in forma scritta.
2)
Quando è stipulato solo verbalmente.
3)
Quando non è fatto nella stessa forma che la legge prescrive per il contratto definitivo.
4)
Quando non contiene l'indicazione del termine entro il quale deve concludersi il contratto definitivo.
5)
Quando non è fatto per atto pubblico.

Domanda n. 8
Le limitazioni del potere di rappresentanza di un amministratore di un'associazione riconosciuta, che non risultano dal registro in cui è iscritta la persona giuridica:
1)
Non possono mai essere opposte ai terzi
2)
Sono sempre opponibili ai terzi
3)
Sono opponibili ai terzi solo se si provi che questi hanno intenzionalmente agito a danno dell'associazione
4)
Non possono essere opposte ai terzi, salvo che si provi che essi ne erano a conoscenza
5)
Possono essere opposte ai terzi solo se l'amministratore ha posto in essere una donazione che non aveva il potere di compiere

Domanda n. 9
In tema di scelta del tutore, l'art 348 del codice civile stabilisce che:
1)
Il giudice, dopo aver proceduto alla nomina del tutore, deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di anni sedici
2)
Il giudice, prima di procedere alla nomina del tutore, deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di anni quindici o di età inferiore, se ritenuto capace di discernimento
3)
Il giudice, prima di procedere alla nomina del tutore, deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di anni dieci
4)
Il giudice, prima di procedere alla nomina del tutore deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di anni quattordici
5)
Il giudice, prima di procedere alla nomina del tutore, deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di anni sedici

Domanda n. 10
Ai sensi del codice civile, sono permesse le sostituzioni nelle donazioni?
1)
No, in nessun caso
2)
Sì, in ogni caso e senza alcun limite
3)
Sì, ma solo se si tratti di sostituzione fedecommissaria
4)
Sì, ma solo se la donazione ha ad oggetto beni immobili
5)
Sì, ma solo nei casi e nei limiti stabiliti per gli atti di ultima volontà


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"