venerdì 25 giugno 2021
 
 
Domanda n. 1
Un terzo può costituire per testamento un fondo patrimoniale per far fronte a bisogni familiari?
1)
No.
2)
Sì, ma solo in presenza di figli minori nella famiglia beneficiata.
3)
Sì.
4)
Sì, ma solo in assenza di figli minori nella famiglia beneficiata.
5)
Sì, ma solo se utilizza la forma del testamento per atto di notaio

Domanda n. 2
In tema di fatti illeciti, in caso di danno cagionato da persona incapace di intendere o di volere, chi è tenuto alla sorveglianza dell'incapace deve il risarcimento del danno?
1)
Sì, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto
2)
Sì, anche se prova di non aver potuto impedire il fatto
3)
No
4)
No, salvo che abbia agito con dolo
5)
Sì, salvo che provi il caso fortuito

Domanda n. 3
L'usufruttuario può cedere il proprio diritto?
1)
Sì, anche se ciò é vietato dal titolo costitutivo, ma per un periodo non eccedente la vita del cessionario.
2)
No.
3)
Sì, se ciò non é vietato dal titolo costitutivo.
4)
Sì, ma solo per un periodo non eccedente i dieci anni.
5)
Sì, ma solo per un periodo non eccedente i cinque anni.

Domanda n. 4
Ai sensi del Codice Civile se é stata legata una somma di danaro, da prestarsi a termini periodici, il primo termine decorre:
1)
Dall'accettazione espressa del legato
2)
Dall'avvenuta presentazione della denuncia di successione
3)
Dal giorno della proposizione della domanda giudiziale relativa all'esecuzione della prestazione
4)
Dal giorno dell'iscrizione dell'accettazione nel registro delle successioni
5)
Dalla morte del testatore

Domanda n. 5
Nella delegazione di debito, qualora il delegato divenga insolvente, il creditore che ha liberato il debitore originario ha azione contro di lui?
1)
Sì.
2)
No, ed è nullo ogni patto contrario.
3)
No, salvo che ne abbia fatto espressa riserva.
4)
Sì, solo dopo la dichiarazione di fallimento del delegato.
5)
Sì, ma solo previa escussione del delegato.

Domanda n. 6
Può l'amministratore del condominio di un edificio agire in giudizio contro i condomini?
1)
Sì, senza alcun limite
2)
Sì, purché rappresenti almeno un terzo dei condomini
3)
Sì, purché rappresenti almeno la metà dei condomini
4)
Sì, nei limiti delle attribuzioni stabilite dalla legge o dei maggiori poteri conferitigli dal regolamento di condominio o dall'assemblea
5)
No, in quanto può agire in giudizio solo contro i terzi

Domanda n. 7
Ai sensi del codice civile, gli atti di disposizione del proprio corpo sono vietati:
1)
Quando cagionino una diminuzione permanente dell'integrità fisica, o quando siano altrimenti contrari alla legge, all'ordine pubblico o al buon costume
2)
Esclusivamente quando cagionino una diminuzione permanente della integrità fisica
3)
Quando cagionino un danno anche lieve alla persona
4)
In ogni caso
5)
Esclusivamente quando sono contrari alla legge, all'ordine pubblico o al buon costume

Domanda n. 8
A norma del codice civile, in caso di insolvenza di un coerede la sua quota di un debito ereditario garantito da ipoteca:
1)
E' necessariamente ripartita in parti uguali tra tutti i coeredi, senza tener conto delle eventuali diversità di quote.
2)
E' ripartita in proporzione soltanto fra i coeredi legittimari.
3)
È inesigibile
4)
E' ripartita in proporzione tra tutti gli altri coeredi.
5)
E' ripartita in proporzione tra tutti gli altri coeredi, salva diversa prescrizione dell'autorità giudiziaria.

Domanda n. 9
Ai sensi del codice civile, la locazione per un tempo determinato dalle parti:
1)
Cessa con lo spirare del termine, senza che sia necessaria la disdetta
2)
Non cessa, se prima della scadenza una delle parti non comunica all'altra disdetta nel termine determinato dalle parti o dagli usi
3)
Cessa con la disdetta comunicata almeno tre mesi prima dello spirare del termine finale della locazione
4)
Cessa con la disdetta comunicata almeno sei mesi prima dello spirare del termine finale della locazione
5)
Cessa con la disdetta comunicata almeno quindici giorni prima dello spirare del termine finale della locazione

Domanda n. 10
In materia di doveri del figlio verso i genitori, l'art. 315 c.c. stabilisce che:
1)
Il figlio deve rispettare i genitori, ma non è tenuto a contribuire al mantenimento della famiglia
2)
Il figlio deve rispettare i genitori e deve contribuire, secondo le indicazioni fornitegli dai genitori stessi, al mantenimento della famiglia finché convive con essa
3)
Il figlio deve rispettare i genitori e deve contribuire, in relazione alle proprie sostanze e al proprio reddito, al mantenimento della famiglia finché convive con essa
4)
Il figlio deve rispettare i genitori e, in caso di loro disaccordo, deve contribuire al mantenimento della famiglia secondo le prescrizioni impartitegli dal giudice
5)
Il figlio deve rispettare i genitori e, una volta cessata la convivenza con loro, deve contribuire al mantenimento della famiglia in relazione alle proprie sostanze e al proprio reddito


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"