giovedì 17 ottobre 2019
 
 
Domanda n. 1
In tema di divieto di pubblicazione di atti e di immagini concernenti un processo penale, quale delle seguenti affermazioni è corretta?
1)
È vietata la pubblicazione, anche parziale o per riassunto, con il mezzo della stampa o con altro mezzo di diffusione, degli atti coperti dal segreto o anche solo del loro contenuto.
2)
È vietata la pubblicazione integrale, con il mezzo della stampa, degli atti coperti dal segreto o anche solo del loro contenuto. È, invece, consentita, salvo eccezioni, la pubblicazione di tali atti per riassunto e con altri mezzi di diffusione
3)
È vietata la pubblicazione parziale, ma non per riassunto, con il mezzo della stampa o con altro mezzo di diffusione, degli atti coperti dal segreto ma, salvo eccezioni, non di parte del loro contenuto, purché non essenziale
4)
È vietata la pubblicazione, anche parziale o per riassunto, con il mezzo della stampa o con altro mezzo di diffusione, degli atti coperti dal segreto ma, salvo eccezioni, non di parte del loro contenuto, purché non essenziale
5)
Non è vietata la pubblicazione per riassunto, con il mezzo della stampa o con altro mezzo di diffusione, del contenuto degli atti coperti dal segreto, purché non essenziale.

Domanda n. 2
La persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria può essere sottoposta ad esame?
1)
no, ma può rilasciare dichiarazioni spontanee
2)
sì, essa ha l’obbligo di sottoporsi all’esame
3)
sì, ma solo se ne faccia espressa richiesta
4)
sì, se ne fa richiesta o vi consenta
5)
no, ma può essere chiamata a deporre

Domanda n. 3
Nell’ambito del processo penale, se non è possibile provvedere alla surrogazione di copie in luogo degli originali mancanti mediante l’acquisizione di copie autentiche:
1)
Il Giudice, anche di ufficio, accerta il contenuto dell’atto mancante e stabilisce con ordinanza se e in quale tenore esso deve essere ricostituito
2)
Il Giudice, anche di ufficio, accerta il contenuto dell’atto mancante e stabilisce con decreto se e in quale tenore esso deve essere ricostituito
3)
Il Giudice o il Pubblico Ministero, anche di ufficio, accerta il contenuto dell’atto mancante e stabilisce, con provvedimento motivato, se e in quale tenore esso deve essere ricostituito
4)
Il Giudice, anche di ufficio, accerta il contenuto dell’atto mancante e ne dichiara, con ordinanza, il definitivo smarrimento
5)
Il Giudice, solo a richiesta delle parti, accerta il contenuto dell’atto mancante e stabilisce con ordinanza se e in quale tenore esso deve essere ricostituito

Domanda n. 4
Nell’ipotesi di citazione diretta dinanzi al Tribunale monocratico, qual è l’organo competente a citare in giudizio l’imputato?
1)
la Polizia Giudiziaria
2)
il Pubblico Ministero
3)
il Tribunale monocratico stesso
4)
il Pubblico Ministero o la Polizia Giudiziaria
5)
il Pubblico Ministero o il Tribunale in composizione monocratica

Domanda n. 5
Qual è il giudice di primo grado competente a giudicare del reato di peculato?
1)
Il tribunale monocratico
2)
Il tribunale collegiale, nelle ipotesi aggravate, il tribunale monocratico, nelle altre ipotesi
3)
Il tribunale collegiale
4)
La Corte d’assise, in presenza di talune aggravanti, il tribunale collegiale, nelle altre ipotesi
5)
La Corte d’assise

Domanda n. 6
Come si accede al dibattimento per la violazione dei sigilli aggravata attribuita alla cognizione del Tribunale monocratico?
1)
con citazione diretta dello stesso Tribunale monocratico
2)
previa necessaria celebrazione dell’udienza preliminare
3)
solo attraverso il giudizio direttissimo
4)
in seguito all’emissione da parte del Giudice delle indagini preliminari di un decreto di rinvio a giudizio
5)
con citazione diretta del Pubblico Ministero

Domanda n. 7
In materia penale, può essere revocata l’autorizzazione a procedere?
1)
No
2)
Sì, in qualsiasi momento
3)
Sì, ma solo se nel corso delle indagini emergono nuovi fatti a favore dell’indagato
4)
Sì, salvo le eccezioni previste dalla legge
5)
Sì, ma solo con il consenso del Pubblico Ministero

Domanda n. 8
Quale provvedimento deve pronunciare il giudice dell'udienza preliminare se risulta che l'imputato non ha commesso il fatto?
1)
Decreto di archiviazione
2)
Sentenza di proscioglimento
3)
Sentenza di non luogo a procedere
4)
decreto di rinvio a giudizio
5)
sentenza di archiviazione

Domanda n. 9
Prima dell’inizio dell’interrogatorio dell’imputato, l’autorità procedente:
1)
Avvisa la persona che le sue dichiarazioni potranno sempre essere utilizzate nei suoi confronti, che ha facoltà di non rispondere ad alcuna domanda e che se renderà dichiarazioni su fatti che concernono la responsabilità di altri assumerà l’ufficio di testimone
2)
Avvisa la persona che ha l’obbligo di rispondere alle domande e che le sue dichiarazioni potranno sempre utilizzate nei confronti di terzi
3)
Avvisa la persona che le sue dichiarazioni potranno essere utilizzate, solo nei casi espressamente previsti dalla legge, nei suoi confronti, che non può tacere o non rispondere alle domande che gli verranno rivolte
4)
Avvisa la persona solo che ha facoltà di non rispondere ad alcuna domanda
5)
Avvisa la persona solo che se renderà dichiarazioni su fatti che concernono la responsabilità di altri assumerà l’ufficio di testimone

Domanda n. 10
L’obbligo di dimora è:
1)
un provvedimento del Giudice che dispone l’obbligo di fissare la residenza nel comune indicato dal Giudice
2)
un provvedimento del Giudice che dispone esclusivamente l’obbligo di soggiornare per l’imputato nel territorio del comune di dimora abituale
3)
un provvedimento del Giudice che dispone l’obbligo di dimora per l’imputato nel territorio di un qualsiasi comune della regione di appartenenza
4)
un provvedimento che dispone l’obbligo di dimora per l’imputato nel territorio del comune in cui è stato commesso il reato
5)
un provvedimento del Giudice che dispone l’obbligo per l’imputato di non allontanarsi dal territorio del comune di dimora abituale ovvero l’obbligo di dimorare in un comune indicato dal Giudice


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"