sabato 15 giugno 2024
 
 
Domanda n. 1
E’ consentita l’attenuazione delle misure interdittive?
1)
sì, ma il Giudice può solo, qualora la misura non appaia più proporzionata all’entità del fatto o alla sanzione che si ritiene possa essere irrogata, disporne l’applicazione con modalità meno gravose
2)
sì, il Giudice può in qualunque momento disporre la sostituzione della misura quando lo ritenga opportuno
3)
sì, il Giudice può, qualora la misura non appaia più proporzionata all’entità del fatto o alla sanzione che si ritiene possa essere irrogata, sostituire la misura con un’altra meno grave ovvero ne dispone l’applicazione con modalità meno gravose
4)
no, non è consentita
5)
no, la sostituzione della misura cautelare è ammessa solo per le misure coercitive, salvo che la legge disponga altrimenti

Domanda n. 2
Il provvedimento che dispone la sospensione della potestà dei genitori comporta che:
1)
il Giudice privi temporaneamente della potestà genitoriale anche il coniuge dell’imputato
2)
il Giudice privi definitivamente l’imputato della potestà genitoriale
3)
il Giudice privi temporaneamente, in tutto o in parte, l’imputato dei poteri inerenti la potestà genitoriale
4)
il Giudice privi l’imputato della potestà genitoriale per tutto il tempo della reclusione
5)
il Giudice sospenda l’imputato dalla possibilità di intervenire sulle sole decisioni che riguardano l’ordinaria amministrazione dell’educazione dei figli

Domanda n. 3
È possibile concedere gli arresti domiciliari a chi ha compiuto reati di omicidio?
1)
sì, sempre
2)
sì, a meno che l’imputato non si sia reso colpevole di altri reati nei cinque anni precedenti al fatto per il quale si procede
3)
no mai
4)
sì, a meno che l’imputato si sia reso colpevole di reati di criminalità organizzata
5)
sì, a meno che l’imputato non sia stato condannato per reato di evasione nei cinque anni precedenti al fatto per il quale si procede

Domanda n. 4
Quale, tra queste, non è una misura cautelare interdittiva?
1)
sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio
2)
sospensione dall’esercizio della potestà genitoriale
3)
custodia cautelare in luogo di cura
4)
sospensione dall’esercizio di un pubblico servizio
5)
divieto temporaneo di esercitare determinate attività professionali

Domanda n. 5
delibera la sentenza in camera di consiglio subito dopo terminata la pubblica udienza salvo che, per la molteplicità o per l’importanza delle questioni da decidere, il presidente ritenga indispensabile differire la deliberazione ad altra udienza prossima
1)
2)
delibera la sentenza in camera di consiglio entro i trenta giorni successivi al termine della pubblica udienza
3)
delibera la sentenza in camera di consiglio entro i novanta giorni successivi al termine della pubblica udienza
4)
delibera la sentenza in camera di consiglio entro i sessanta giorni successivi al termine della pubblica udienza
5)
delibera la sentenza in camera di consiglio subito dopo terminata la pubblica udienza salvo che, per la molteplicità o per l’importanza delle questioni da decidere, il presidente ritenga indispensabile differire la deliberazione a non oltre novanta giorni

Domanda n. 6
Cosa avviene se, in seguito all’istruzione dibattimentale, risulta che il fatto non costituisce reato?
1)
il Giudice emette una sentenza di archiviazione
2)
il Giudice deve pronunciare una sentenza di assoluzione
3)
il Pubblico Ministero può chiedere l’archiviazione del procedimento
4)
il Pubblico Ministero può chiedere una proroga delle indagini preliminari
5)
il Giudice emette una sentenza di non doversi procedere

Domanda n. 7
In materia penale, quando non è diversamente stabilito dalla legge, l’impugnazione delle ordinanze emesse nel corso degli atti preliminari o nel dibattimento:
1)
può essere proposta immediatamente solo dalle parti e dai loro difensori
2)
può essere proposta immediatamente da tutti i soggetti legittimati all’impugnazione
3)
può essere proposta immediatamente solo dal Pubblico Ministero
4)
può essere proposta, a pena d’inammissibilità, soltanto con l’impugnazione contro la sentenza
5)
non può essere proposta, neanche con l’impugnazione contro la sentenza

Domanda n. 8
L’ordinanza che dichiara inammissibile la richiesta di revisione di una sentenza di condanna:
1)
non è soggetta a ricorso per Cassazione
2)
non pregiudica il diritto di presentare una nuova richiesta fondata sugli stessi elementi
3)
determina in ogni caso l’impossibilità di presentare una nuova richiesta di revisione
4)
non pregiudica il diritto di presentare una nuova richiesta fondata su elementi diversi
5)
è appellabile

Domanda n. 9
La richiesta di archiviazione per infondatezza della notizia di reato è proponibile quando:
1)
il Pubblico Ministero ha la prova dell’assoluta estraneità ai fatti dell’indagato
2)
il Pubblico Ministero ritiene che gli elementi acquisiti nelle indagini preliminari non sono idonei a sostenere l’accusa in giudizio
3)
il Pubblico Ministero ritiene che il reato si sia prescritto
4)
il Pubblico Ministero ritiene che il reato si sia estinto
5)
il Pubblico Ministero non è sicuro di poter ottenere una sentenza di condanna

Domanda n. 10
In materia penale, può essere revocata l’autorizzazione a procedere?
1)
No
2)
Sì, in qualsiasi momento
3)
Sì, ma solo se nel corso delle indagini emergono nuovi fatti a favore dell’indagato
4)
Sì, salvo le eccezioni previste dalla legge
5)
Sì, ma solo con il consenso del Pubblico Ministero


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"