martedì 21 agosto 2018
 
 
Domanda n. 1
È possibile concedere gli arresti domiciliari a chi ha compiuto reati di omicidio?
1)
sì, sempre
2)
sì, a meno che l’imputato non si sia reso colpevole di altri reati nei cinque anni precedenti al fatto per il quale si procede
3)
no mai
4)
sì, a meno che l’imputato si sia reso colpevole di reati di criminalità organizzata
5)
sì, a meno che l’imputato non sia stato condannato per reato di evasione nei cinque anni precedenti al fatto per il quale si procede

Domanda n. 2
Il pubblico ministero può proporre appello contro le sentenze di proscioglimento?
1)
Sì ma solo avverso la sentenze di proscioglimento relative a contravvenzioni punite con la reclusione
2)
No, mai
3)
Sì, sempre
4)
Sì ma solo avverso la sentenze di proscioglimento relative a contravvenzioni punite con l'ammenda
5)
Sì, ma solo nell'ipotesi in cui il giudice disponga la rinnovazione dell'istruttoria dibattimanetale e la nuova prova sia decisiva

Domanda n. 3
Nel giudizio dinanzi al Tribunale monocratico il Giudice può condurre direttamente l’esame della parte civile?
1)
no, mai
2)
sì, se vi è concorde richiesta delle parti
3)
sì, sempre
4)
sì, ma solo se il Pubblico Ministero vi acconsente
5)
sì, ma solo se la parte civile vi acconsente

Domanda n. 4
Se, nel corso di un procedimento civile, emerge un fatto nel quale si può configurare un reato perseguibile d’ufficio:
1)
L’autorità che procede deve redigere e trasmettere senza ritardo la denuncia al Pubblico Ministero
2)
L’autorità che procede deve redigere e trasmettere senza ritardo la denuncia alla Polizia Giudiziaria
3)
L’autorità che procede deve redigere e trasmettere la denuncia al Pubblico Ministero dopo che il giudice civile ha depositato la sentenza relativa al giudizio
4)
L’autorità che procede deve redigere e trasmettere entro quarantotto ore la denuncia ad un Ufficiale di Polizia Giudiziaria
5)
Salvo particolari ipotesi di reato indicati dalla legge, l’autorità che procede non ha l’obbligo, di trasmettere la denuncia al Pubblico Ministero

Domanda n. 5
Le misure cautelari vengono applicate:
1)
con riguardo alla pericolosità dell’agente
2)
con riguardo alla continuazione nel reato
3)
con riguardo alla recidiva nel reato
4)
con riguardo esclusivamente alla valutazione delle circostanze del reato
5)
con riguardo alla pena prevista dalla legge per ciascun reato consumato o tentato tenendo conto di aggravanti o attenuanti

Domanda n. 6
In materia penale, quanto può durare la fase dibattimentale?
1)
per il principio di concentrazione, il dibattimento deve essere esaurito nella stessa udienza o in caso di necessità, in udienze ravvicinate
2)
il dibattimento si deve esaurire necessariamente in una sola udienza
3)
il dibattimento deve esaurirsi in massimo tre udienze
4)
il dibattimento deve esaurirsi in massimo sei udienze
5)
il dibattimento deve esaurirsi in massimo sei udienze per un periodo complessivo non superiore a tre mesi

Domanda n. 7
Il Tribunale di sorveglianza, nelle materie di sua competenza, procede:
1)
a richiesta del Pubblico Ministero, dell’interessato, del difensore o d’ufficio
2)
d’ufficio o a richiesta del solo Pubblico Ministero, al quale devono invece rivolgersi l’interessato e il suo difensore
3)
a richiesta del Pubblico Ministero, dell’interessato, del difensore, ma non d’ufficio
4)
d’ufficio o a richiesta del solo interessato
5)
necessariamente d’ufficio

Domanda n. 8
Nella fase dibattimentale di un processo penale, può essere disposta l’ammissione di una prova precedentemente esclusa?
1)
sì, solo se vi è il consenso del Pubblico Ministero
2)
sì, solo però se la parte a carico della quale è la prova vi acconsenta
3)
no, mai
4)
sì, il Giudice può ammettere, sentite le parti, prove già escluse
5)
sì, se vi è il consenso di tutte le parti del processo

Domanda n. 9
A seguito dell’istanza di rimessione del processo, se la Corte di cassazione rigetta o dichiara inammissibile la richiesta delle parti private:
1)
Queste, con la stessa ordinanza, possono essere condannate al pagamento di una somma a favore della cassa delle ammende
2)
Decide anche la questione nel merito sulla base delle prove già acquisite
3)
Solo se la Corte rigetta la richiesta delle parti private, queste, con separata ordinanza, possono essere condannate al pagamento di una somma a favore della cassa delle ammende
4)
Queste, con ordinanza, devono essere condannate al pagamento di una somma a favore della cassa delle ammende
5)
Queste, con separato decreto, devono essere condannate al pagamento di una somma a favore della cassa delle ammende

Domanda n. 10
L’imputato ha diritto alla controprova?
1)
sì, ma solo se vi è il consenso del Pubblico Ministero
2)
sì, l’imputato ha diritto all’ammissione delle prove indicate a discarico sui fatti costituenti oggetto delle prove a carico
3)
sì ma solo se non vi siano eccezioni in ordine all’ammissibilità delle prove
4)
no, in quanto possono essere ammesse solo le prove di cui sia stata fatta richiesta di ammissione all’apertura del dibattimento
5)
sì, ma solo per le prove che risultano da atti di indagine della Polizia Giudiziaria


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"