mercoledì 26 giugno 2019
 
 
Domanda n. 1
Il testamento, ricevuto e redatto nelle forme speciali previste dal codice civile per il testatore che non possa valersi delle forme ordinarie per causa di pubblica calamità, se il testatore muore un mese dopo la cessazione della causa che gli ha impedito di valersi delle forme ordinarie:
1)
ha perso efficacia e pertanto non si deve far luogo ad alcun deposito
2)
deve essere depositato, appena possibile, presso un notaio del distretto nel cui ambito si trova il luogo in cui è stato ricevuto, salvo che a riceverlo sia stato un notaio, nel qual caso resta depositato nei suoi atti, ancorché si tratti di un notaio appartenente ad un diverso distretto
3)
deve essere depositato, appena possibile, nell'archivio notarile del luogo dove è stato ricevuto
4)
deve essere depositato, appena possibile, nell'archivio notarile del luogo in cui si trova l'ultima residenza del defunto

Domanda n. 2
Revocata la donazione per ingratitudine o per sopravvenienza di figli, il donatario che prima della trascrizione della domanda di revocazione ha costituito sui beni donati diritti reali che ne diminuiscono il valore:
1)
non deve indennizzare il donante per la diminuzione di valore sofferta dai beni stessi
2)
deve indennizzare il donante della diminuzione di valore sofferta dai beni stessi, soltanto se i diritti reali costituiti hanno una durata residua superiore ai cinque anni
3)
deve indennizzare il donante della diminuzione di valore sofferta dai beni stessi
4)
deve indennizzare il donante della diminuzione di valore sofferta dai beni stessi, qualora tale diminuzione ecceda il quarto del valore dei beni donati

Domanda n. 3
L'apposizione di un termine ad un'obbligazione precedentemente sorta produce, per espressa disposizione normativa, novazione dell'obbligazione stessa?
1)
2)
Sì, salvo che l'obbligazione abbia ad oggetto una prestazione di fare
3)
No
4)
No, salvo che l'obbligazione abbia ad oggetto una somma di danaro o altra cosa fungibile

Domanda n. 4
A norma del codice civile, la società per azioni costituita per pubblica sottoscrizione è tenuta a rilevare i promotori dalle obbligazioni assunte e a rimborsare loro le spese sostenute:
1)
sempre che siano state necessarie per la costituzione della società o siano state approvate dall'assemblea
2)
sempre che siano state effettuate in occasione della costituzione della società, purché approvate da tutti i promotori ancorché non necessarie
3)
sempre che siano state necessarie per la costituzione della società ed a condizione che siano state approvate dall'assemblea
4)
purché documentate anche se non siano state necessarie per la costituzione della società e non siano state approvate dall'assemblea

Domanda n. 5
Tizio, genitore esercente in via esclusiva la potestà sul proprio figlio Tizietto, di anni sedici, per motivi di salute si trova nell'impossibilità di compiere un atto urgente di interesse del figlio stesso, eccedente l'ordinaria amministrazione. Cosa può legittimamente fare Tizietto per tutelare i propri interessi?
1)
Richiedere al giudice di essere autorizzato a compiere l'atto da solo
2)
Richiedere al giudice la nomina di un tutore
3)
Richiedere al giudice di nominare un curatore speciale per il compimento di tale atto
4)
Proporre istanza al tribunale per ottenere l'emancipazione

Domanda n. 6
Può essere annullata la donazione fatta dall'inabilitato durante il giudizio di inabilitazione?
1)
No, mai
2)
Sì, anche se la donazione è anteriore alla nomina del curatore provvisorio
3)
Sì, ma solo se il giudizio riguardi l'inabilitazione per prodigalità
4)
Sì, ma solo se la donazione è successiva alla nomina del curatore provvisorio

Domanda n. 7
Le deliberazioni dell'assemblea di una associazione riconosciuta avente per scopo la diffusione di una determinata pratica sportiva, che siano contrarie allo statuto, possono essere annullate:
1)
su istanza congiunta degli amministratori e di almeno un quinto degli associati, ma non su istanza disgiunta degli uni o degli altri
2)
su istanza degli organi dell'ente, di qualunque associato o del pubblico ministero
3)
su istanza degli amministratori, ma non di qualunque associato
4)
su istanza congiunta degli amministratori e di almeno un associato,ma non su istanza disgiunta di costoro

Domanda n. 8
Tizio, celibe e senza figli e noto per la sua irremovibile risolutezza, essendo ormai giunto in età avanzata, fa un testamento olografo con il quale lascia l'universalità dei suoi beni alle tre sorelle, in comune e in parti uguali fra loro, e lega il diritto di abitazione per la durata di dieci anni alla fedele collaboratrice domestica Caia; inoltre, per essere coerente con i principi che hanno informato tutta la sua vita, nella quale non ha mai ceduto a ripensamenti, Tizio, prima di sottoscrive
1)
è nulla e rende nullo il testamento che la contiene
2)
vincola il testatore e ogni successiva disposizione testamentaria non ha effetto
3)
non ha effetto
4)
è annullabile e rende annullabile il testamento che la contiene

Domanda n. 9
Le deliberazioni dell'assemblea di un'associazione riconosciuta contrarie alla legge, all'atto costitutivo o allo statuto possono essere annullate su istanza:
1)
di qualunque interessato, ancorché non associato, ma non del pubblico ministero
2)
degli organi dell'ente, di qualunque associato o del pubblico ministero
3)
del pubblico ministero o di almeno un quinto degli associati, ma non degli organi dell'ente
4)
di qualunque associato o degli organi dell'ente se trattasi di deliberazioni contrarie all'atto costitutivo o allo statuto, solo del pubblico ministero se trattasi di deliberazioni contrarie alla legge

Domanda n. 10
Il rappresentante legale dell'incapace, debitamente autorizzato a esigere il credito e a liberare il debitore, può consentire la cancellazione dell'iscrizione ipotecaria, ove il credito non sia soddisfatto?
1)
Sì, ma solo in base a un decreto emesso dal presidente del tribunale previo parere del giudice tutelare
2)
No
3)
Sì, ma solo sotto la condizione di iscrizione di nuova ipoteca
4)


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"