domenica 22 aprile 2018
 
 
Domanda n. 1
Nel caso di affrancazione del fondo enfiteutico, le ipoteche gravanti sul diritto dell'enfiteuta si estendono alla piena proprietà?
1)
2)
Sì, solo se espressamente previsto nell'atto di costituzione dell'ipoteca
3)
No
4)
No, salvo che l'enfiteuta lo consenta espressamente anche con atto successivo alla costituzione dell'ipoteca

Domanda n. 2
Secondo il codice civile l'atto costitutivo di un'associazione che non intende ottenere il riconoscimento deve necessariamente contenere norme relative all'estinzione dell'associazione ed alla devoluzione del patrimonio?
1)
Sì, solo se gli associati abbiano conferito denaro
2)
3)
No, salvo che si tratti di associazioni culturali
4)
No

Domanda n. 3
Pino concede in pegno a Rina, nota fioraia e profumiera, quattro rarissime piante di orchidee che periodicamente fioriscono producendo fiori molto richiesti sul mercato; il pegno è costituito a garanzia della restituzione di una somma di denaro che Rina gli ha mutuato per l'acquisto di un'imbarcazione con la quale Pino intende veleggiare con la sua fidanzata durante le vacanze. Non appena inizia la fioritura:
1)
Rina, nonostante un eventuale patto contrario, potrà far suoi i frutti
2)
Rina, salvo che vi sia stato un patto contrario, potrà fare suoi i frutti
3)
Rina non potrà far suoi i frutti prima del termine fissato per l'adempimento ed è nullo ogni patto contrario, ma scaduto il termine, senza che Pino abbia adempiuto, potrà far suoi i frutti imputandoli prima alle spese e agli interessi e poi al capitale
4)
Rina non potrà far suoi i frutti ed è nullo ogni patto contrario

Domanda n. 4
La deliberazione di una società per azioni che destina in via esclusiva un patrimonio ad uno specifico affare deve indicare, tra l'altro:
1)
la possibilità di emettere strumenti finanziari di partecipazione all'affare, senza alcuna specifica indicazione
2)
gli eventuali apporti dei terzi, ma non anche le modalità di controllo sulla gestione e di partecipazione ai risultati dell'affare
3)
la possibilità di emettere strumenti finanziari di partecipazione all'affare, con la specifica indicazione dei diritti che attribuiscono
4)
i beni e i rapporti giuridici compresi in tale patrimonio, nonché tutti gli ulteriori rapporti che fanno capo alla società

Domanda n. 5
Se il contratto di consorzio tra imprenditori prevede l'istituzione di un ufficio destinato a svolgere un'attività con i terzi, un estratto del contratto deve, a cura degli amministratori, entro trenta giorni dalla stipulazione, essere depositato per l'iscrizione:
1)
Presso l'ufficio addetto alla tenuta del foglio degli annunzi legali del luogo dove è stato stipulato il contratto di consorzio
2)
Presso l'ufficio del registro delle imprese del luogo dove l'ufficio del consorzio ha sede
3)
Presso l'ufficio del registro prefettizio del luogo dove l'ufficio del consorzio ha sede
4)
Presso la cancelleria commerciale del tribunale del luogo dove è stato stipulato il contratto di consorzio

Domanda n. 6
A norma del codice civile, la società a responsabilità limitata deve tenere:
1)
Il libro delle partecipazioni degli amministratori in società concorrenti
2)
Il libro delle cauzioni degli amministratori
3)
Il libro dei soci
4)
Il libro delle partecipazioni in altre società aventi oggetto affine al proprio

Domanda n. 7
Quali fra i seguenti libri, a norma del codice civile, i soci di una società per azioni hanno diritto di esaminare?
1)
Il libro delle obbligazioni
2)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione
3)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee
4)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione

Domanda n. 8
A norma del codice civile, la divisione fatta dal testatore nella quale egli non abbia compreso qualcuno dei legittimari o degli eredi istituiti è:
1)
Nulla
2)
Risolubile
3)
Annullabile
4)
Rescindibile

Domanda n. 9
Caia, coniugata con Tizio in regime di comunione legale, ha acquistato il fondo Tuscolano per successione legittima alla madre Tizia. Caia ha quindi alienato detto immobile e con il prezzo del suo trasferimento vuole acquistare un appartamento a Roma e vuole altresì che tale appartamento non costituisca oggetto della comunione legale. Si reca quindi dal notaio il quale le rispondera' che a norma del codice civile:
1)
l'appartamento, essendo acquistato per effetto di un atto a titolo oneroso, costituisce necessariamente oggetto della comunione legale e può esserne escluso soltanto in virtù di apposita convenzione matrimoniale modificativa del regime
2)
l'appartamento acquistato resta automaticamente escluso dalla comunione legale ed è, in ogni caso, bene personale di Caia senza possibilità di convenzione o dichiarazione contraria
3)
l'appartamento acquistato resta escluso dalla comunione legale se tale esclusione risulta dall'atto di acquisto e di tale atto sia stato parte anche Tizio
4)
l'appartamento, essendo acquistato per effetto di un atto a titolo oneroso, costituisce necessariamente oggetto della comunione legale senza possibilità di convenzione o dichiarazione contraria

Domanda n. 10
Tizio, proprietario del fondo Corneliano, intende trasferire, per un tempo determinato, a favore di Caio, la proprietà della piantagione ivi esistente, riservandosi la proprietà del suolo. È possibile stipulare un simile contratto?
1)
Sì, solo se trattasi di piantagione di alto fusto
2)
Sì, sempre
3)
Sì, se si limita la proprietà della piantagione a un periodo non superiore a venti anni
4)
No


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"