martedì 16 ottobre 2018
 
 
Domanda n. 1
Tizio, Filano e Martino, imprenditori, costituiscono in forma non societaria un consorzio con sede in Milano e con istituzione di un unico ufficio a Roma destinato a svolgere un'attività con i terzi. A Caio viene attribuita la direzione, a Filano la rappresentanza. In questo caso il consorzio:
1)
può essere convenuto in giudizio in persona di Filano, ma non in persona di Caio
2)
può essere convenuto in giudizio in persona di Caio
3)
può essere indifferentemente convenuto in giudizio in persona di Tizio, Filano e Martino
4)
può essere convenuto in giudizio in persona di Tizio, Filano e Martino congiuntamente fra loro

Domanda n. 2
In mancanza di un'apposita convenzione, nel caso di pegno sulle azioni di una società per azioni, a chi spetta il diritto di voto nelle assemblee?
1)
Al creditore pignoratizio
2)
Al creditore pignoratizio, in caso di assemblea ordinaria, ed al socio pignorato, in caso di assemblea straordinaria
3)
Al socio pignorato
4)
Al socio pignorato, in caso di assemblea ordinaria, ed al creditore pignoratizio, in caso di assemblea straordinaria

Domanda n. 3
Quali fra i seguenti libri, a norma del codice civile, i soci di una società per azioni hanno diritto di esaminare?
1)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo
2)
Il libro delle obbligazioni
3)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione
4)
Il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee

Domanda n. 4
Se il decreto di nomina dell'amministratore di sostegno riguarda un interdetto:
1)
è immediatamente esecutivo e comporta la revoca automatica dell'interdizione
2)
è esecutivo dalla pubblicazione della sentenza di revoca dell'interdizione
3)
diventa esecutivo decorso un anno dalla sua annotazione in margine all'atto di nascita del beneficiario
4)
diventa esecutivo decorso un anno dalla pubblicazione della sentenza di revoca dell'interdizione

Domanda n. 5
A norma del codice civile, le azioni a voto plurimo nelle società per azioni:
1)
non possono essere emesse
2)
possono essere emesse solo dalle società che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio e per un ammontare che non superi complessivamente la metà del capitale sociale
3)
possono essere emesse, ma il loro valore non può complessivamente superare la metà del capitale sociale
4)
possono essere emesse, ma il voto plurimo può essere attribuito solo per le deliberazioni di competenza dell'assemblea ordinaria con esclusione di quella che approva il bilancio

Domanda n. 6
Quali dei seguenti atti si devono trascrivere?
1)
Le divisioni con conguagli, ancorché abbiano ad oggetto solo beni mobili non registrati
2)
I provvedimenti di aggiudicazione di diritti di godimento su beni mobili per una durata superiore a nove anni
3)
I contratti di comodato di beni immobili che hanno durata superiore a tre anni
4)
Le divisioni senza conguagli che hanno per oggetto beni immobili

Domanda n. 7
Caio ha concesso in usufrutto a Mevio un piccolo appartamento in Milano. Avvicinandosi l'inverno, si rende necessario effettuare la periodica pulizia dell'impianto di riscaldamento per assicurarne il regolare e corretto funzionamento; in assenza di specifiche pattuizioni tra Caio e Mevio, la relativa spesa graverà:
1)
su Caio
2)
per un terzo su Mevio e per due terzi su Caio
3)
su Mevio e Caio in parti uguali tra loro
4)
su Mevio

Domanda n. 8
Caio, in data 20 febbraio 1997, ha ricevuto in donazione dallo zio Tizio un terreno in Milano; successivamente, in data 30 aprile 1997, Caio, per finanziare i propri studi scientifici in campo medico, ottiene dall'amico Mevio un prestito che garantisce con ipoteca sul terreno stesso. Alla morte di Tizio, avvenuta in data 14 dicembre 1997, i suoi figli esperiscono vittoriosamente l'azione di riduzione contro Caio che è condannato a restituire il terreno. In questo caso Mevio:
1)
mantiene la garanzia ipotecaria perché essa è stata costituita prima della morte di Tizio
2)
mantiene la garanzia ipotecaria ma Caio decade dal beneficio del termine
3)
perde la garanzia ipotecaria, ma mantiene il proprio credito nei confronti di Caio
4)
perde la garanzia ipotecaria ma gli eredi di Tizio sono obbligati in solido con Caio per l'adempimento del debito

Domanda n. 9
Tizio è il genitore esercente in via esclusiva la potestà sul figlio minore Tizietto, nato dal matrimonio con Mevia e proprietario di un albergo in Roma. Dopo tre anni dalla morte di Mevia, Tizio si sposa con Caia ed ha un altro figlio. Si reca, quindi, dal notaio per sapere se conserva l'usufrutto legale sui beni di Tizietto. Il notaio risponderà:
1)
che è cessato l'usufrutto legale dal momento della nascita dell'altro figlio
2)
che è cessato l'usufrutto legale dal momento delle nozze con Caia
3)
che conserva l'usufrutto legale con l'obbligo tuttavia di accantonare in favore di Tizietto quanto risulti eccedente rispetto alle spese per il mantenimento, l'istruzione e l'educazione di quest'ultimo
4)
che conserva l'usufrutto legale senza alcun obbligo in quanto i frutti percepiti sono destinati al mantenimento della famiglia e all'istruzione ed educazione dei figli

Domanda n. 10
Tizio e Tizia, fidanzati in procinto di contrarre matrimonio, si recano dal notaio chiedendogli se sia possibile stipulare prima del matrimonio una convenzione matrimoniale. Il notaio risponderà che:
1)
possono solo stipulare una convenzione che assoggetti alla comunione i beni personali già di proprietà di Tizio e Tizia
2)
non possono farlo non essendo coniugati
3)
possono farlo previa autorizzazione dell'autorità giudiziaria non essendo coniugati
4)
possono farlo, poiché le convenzioni matrimoniali possono essere stipulate in ogni tempo


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"