martedì 23 aprile 2019
 
 
Domanda n. 1
A norma del codice civile, in una società per azioni priva del consiglio di sorveglianza, l'assemblea ordinaria delibera tra l'altro:
1)
sull'emissione di obbligazioni
2)
sulla responsabilità dei sindaci
3)
sul trasferimento della sede sociale in altro comune
4)
sulla nomina dei liquidatori

Domanda n. 2
Tizio è proprietario del fondo Tuscolano, soggetto a servitù di passaggio delle acque di scolo a favore del vicino fondo Corneliano, di proprietà di Caio. Dopo due anni dalla costituzione della servitù, Tizio, pur non essendo l'originario esercizio divenuto più gravoso per il fondo servente, desidera trasferire la servitù all'interno dello stesso fondo e offre a Caio un luogo diverso meno comodo per l'esercizio della servitù. In tal caso:
1)
Caio può ricusare il trasferimento della servitù
2)
Caio non può ricusare il trasferimento della servitù
3)
Caio può ricusare il trasferimento della servitù solo se è stata costituita per un tempo non maggiore di nove anni
4)
Caio non può ricusare il trasferimento della servitù salvo che si tratti di passaggio temporaneo delle acque e Tizio non sia disposto a renderlo perpetuo

Domanda n. 3
Caio deve a Tizio diecimila euro a titolo di mutuo. A sua volta Tizio deve a Caio diecimila euro quale prezzo di una compravendita. Prima della scadenza di entrambi i termini di adempimento, il mutuatario Caio rinunzia per iscritto ad opporre in compensazione il proprio credito. Divenuti esigibili entrambi i crediti, Tizio agisce in giudizio contro Caio per la restituzione della somma data a mutuo. In questo caso si verifica la compensazione tra i due debiti?
1)
Sì, purché sia rilevata d'ufficio dal giudice
2)
Sì, purché sia fatta risultare da Caio con dichiarazione unilaterale contenuta in atto pubblico o in scrittura privata autenticata
3)
Sì, salvo che trattasi di mutuo a titolo gratuito
4)
No

Domanda n. 4
Con sentenza passata in giudicato è stato dichiarato nullo il matrimonio tra Sempronio e Sempronia, contratto in buona fede solo da Sempronio. Prima del passaggio in giudicato della sentenza, Sempronio, che non ha contratto altro matrimonio, è morto senza aver fatto testamento e lasciando come parenti solo Caia, sorella della madre, Filano, fratello del nonno paterno, e Mevio, figlio della figlia della sorella della bisnonna paterna. In questo caso l'eredità di Sempronio spetta:
1)
a Sempronia, Filano e Mevio
2)
a Filano e Mevio
3)
a Caia
4)
a Caia, Filano e Mevio

Domanda n. 5
A norma del codice civile, la liberalità che si suole fare in conformità agli usi:
1)
non è soggetta alle norme che regolano la revocazione delle donazioni per causa d'ingratitudine né a quelle sulla riduzione delle donazioni per integrare la quota dovuta ai legittimari, ma è soggetta alle norme che regolano la revocazione delle donazioni per sopravvenienza di figli
2)
non è soggetta alle norme che regolano la revocazione delle donazioni per causa d'ingratitudine e per sopravvenienza di figli, ma è soggetta alle norme sulla riduzione delle donazioni per integrare la quota dovuta ai legittimari
3)
non è soggetta alle norme che regolano la revocazione delle donazioni per causa d'ingratitudine e per sopravvenienza di figli, né a quelle sulla riduzione delle donazioni per integrare la quota dovuta ai legittimari
4)
è soggetta alle norme che regolano la revocazione delle donazioni per causa d'ingratitudine e per sopravvenienza di figli, ma non a quelle sulla riduzione delle donazioni per integrare la quota dovuta ai legittimari

Domanda n. 6
Il patto di rimanere in comunione è valido?
1)
No, mai
2)
Sì, per un tempo non maggiore di cinque anni
3)
Sì, per un tempo non maggiore di dieci anni
4)
Sì, per un tempo non inferiore a dieci anni

Domanda n. 7
Il legato di cosa che al tempo in cui fu fatto il testamento era già di proprietà del legatario, ma che al tempo dell'apertura della successione si trova in proprietà del testatore è:
1)
Valido nel solo caso in cui dal testamento risulta che la cosa fu legata in previsione di tale avvenimento
2)
Valido
3)
Nullo
4)
Annullabile

Domanda n. 8
Il 10 agosto 1998 Filano, con contratto preliminare trascritto il 30 agosto 1998, ha promesso di vendere a Remo, coniugato in regime di separazione dei beni con Mevia, una casa, stabilendo che il contratto definitivo dovrà essere stipulato quando verrà concesso a Remo, che si è obbligato ad acquistare, un mutuo. Filano il 10 luglio 1999 vende detta casa a Mevio con atto pubblico trascritto il 25 luglio 1999. Filano muore il 15 luglio 1999 e suo figlio Tizio, unico erede, ignaro della vendita effettuata dal padre, vende a Caio e Mario la stessa casa il 20 luglio 1999 con atto pubblico trascritto il giorno dopo unitamente alla trascrizione della accettazione tacita dell'eredità. Remo ottiene una sentenza, passata in giudicato e trascritta il 3 agosto 1999, che tiene luogo della vendita promessa. In tal caso prevale la trascrizione a favore di:
1)
Remo e Mevia
2)
Mevio
3)
Remo
4)
Caio e Mario

Domanda n. 9
Tizio è creditore nei confronti di Caio della somma di diecimila euro, il cui pagamento è garantito da fideiussione. Sempronio, all'insaputa del proprio fratello Caio, paga a Tizio la predetta somma estinguendo il debito. Se Tizio, contemporaneamente al pagamento ricevuto da Sempronio, con dichiarazione espressa portata a conoscenza di Caio, fa subentrare Sempronio nella propria posizione di creditore e, specificamente, nella garanzia fideiussoria, si configura un'ipotesi di:
1)
cessione del credito in luogo dell'adempimento
2)
surrogazione per volontà del debitore
3)
surrogazione per volontà del creditore
4)
delegazione di pagamento

Domanda n. 10
Se uno dei coniugi in comunione legale dei beni rifiuta il consenso richiesto dalla legge per la stipulazione di un atto di straordinaria amministrazione relativo a beni immobili e necessario nell'interesse dell'azienda facente parte della comunione, come può l'altro coniuge stipulare validamente intervenendo da solo in atto?
1)
Con l'autorizzazione del presidente del tribunale ordinario
2)
Con l'autorizzazione del tribunale ordinario
3)
Sottoponendo l'atto alla condizione sospensiva dell'autorizzazione del conservatore del registro delle imprese
4)
Con l'intervento di un curatore speciale nominato dal giudice tutelare se vi sono figli minori e dal tribunale ordinario negli altri casi


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"