lunedì 25 ottobre 2021
 
 
Domanda n. 1
Mevia, coniugata con Filano, dal quale ha la figlia Tizia, rimane vedova e si risposa con Mevio. Tizia contrae matrimonio con Sempronio. Quale rapporto intercorre tra Sempronio e Mevio?
1)
nessun rapporto di affinità o di parentela
2)
rapporto di affinità in linea collaterale di terzo grado
3)
rapporto di affinità in linea retta di primo grado
4)
rapporto di affinità in linea retta di secondo grado

Domanda n. 2
La società in accomandita per azioni “Alfa s.a.p.a. di Caio”, il cui statuto prevede che l'emissione di obbligazioni sia deliberata dall'assemblea dei soci, intende emettere obbligazioni per importo complessivamente superiore al doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili risultanti dall'ultimo bilancio approvato, garantendole con ipoteca di primo grado su immobili di proprietà sociale. In via preliminare ed allo scopo di predisporre quanto necessario, gli amministratori si recano dal notaio Romolo Romani chiedendogli chiarimenti sul modo in cui la garanzia dovrà essere costituita. Il notaio risponderà che:
1)
il tribunale, su istanza del rappresentante comune degli obbligazionisti, ordinerà all'agenzia del territorio competente di provvedere all'iscrizione dell'ipoteca
2)
l'agenzia del territorio competente provvederà d'ufficio all'iscrizione dell'ipoteca su segnalazione dell'ufficio del registro delle imprese
3)
l'assemblea che assumerà la relativa deliberazione dovrà designare un notaio che, per conto dei sottoscrittori, compia le formalità necessarie per la costituzione della garanzia
4)
è a carico degli amministratori l'obbligo di compiere, per conto dei sottoscrittori, le formalità necessarie per la costituzione della garanzia

Domanda n. 3
Le decisioni delle società soggette ad attività di direzione e coordinamento di altra società o ente, quando influenzate dalla suddetta attività:
1)
non devono essere motivate anche se della soggezione all'attività di direzione e coordinamento non sia stata data pubblicità negli atti e nella corrispondenza
2)
non devono essere motivate qualora della soggezione all'attività di direzione e coordinamento sia stata data pubblicità negli atti e nella corrispondenza
3)
devono essere analiticamente motivate solo quando ciò sia richiesto dai soci di minoranza
4)
devono essere analiticamente motivate e recare puntuale indicazione delle ragioni e degli interessi la cui valutazione ha inciso sulla decisione

Domanda n. 4
Tizio è stato dichiarato interdetto per infermità di mente. Successivamente, nel corso del giudizio di revoca dell'interdizione, l'autorità giudiziaria, nel revocarla, ha dichiarato Tizio inabilitato. In questo caso, gli atti non eccedenti l'ordinaria amministrazione compiuti da Tizio dopo la pubblicazione della sentenza che revoca l'interdizione:
1)
sono nulli di pieno diritto
2)
possono essere annullati se ne risulta un grave pregiudizio all'autore
3)
possono essere impugnati solo quando la revoca dell'interdizione è esclusa con sentenza passata in giudicato
4)
possono essere impugnati solo quando l'interdizione è esclusa con sentenza passata in giudicato

Domanda n. 5
È soggetto a trascrizione l'atto con il quale si conferisce in una società semplice il diritto di usufrutto della durata di sei anni su un bene immobile?
1)
Sì, sempre
2)
Sì, ma solo se la società ha durata superiore a nove anni
3)
No, mai
4)
Sì, ma solo se il conferente è titolare della piena proprietà

Domanda n. 6
Tizio, Filano, Mevio e Sempronio, tutti celibi, sono comproprietari di una villetta dagli stessi acquistata con atto di compravendita. È possibile, in questa ipotesi, se il titolo non dispone diversamente, delegare ad un estraneo l'amministrazione della cosa comune?
1)
Sì, senza alcuna determinazione di poteri ma con obbligo di rendiconto
2)
No, salvo che per il compimento di singoli atti di straordinaria amministrazione che siano necessari per la conservazione della cosa
3)
No, mai
4)
Sì, determinando i poteri e gli obblighi dell'amministratore

Domanda n. 7
Se il termine fissato per la prestazione di una delle parti deve considerarsi essenziale nell'interesse dell'altra e questa, volendo esigerne l'esecuzione nonostante la scadenza del termine, ne ha dato notizia all'altra parte decorsi tre giorni:
1)
Il contratto s'intende risolto di diritto anche se non è stata espressamente pattuita la risoluzione.
2)
Il contratto s'intende risolto di diritto solo se è stata espressamente pattuita la risoluzione.
3)
Il contratto non si intende risolto di diritto, salvo che le condizioni patrimoniali dell'altra parte siano divenute tali da porre in evidente pericolo l'esecuzione della prestazione.
4)
Il contratto non si intende comunque risolto di diritto.

Domanda n. 8
I magistrati dell'ordine giudiziario non possono, neppure per interposta persona, rendersi cessionari di diritti sui quali è sorta contestazione davanti l'autorità giudiziaria di cui fanno parte
1)
sotto pena di annullabilità e dei danni, salvo che si tratti di cessioni di beni tra coniugi, discendenti o ascendenti entro il terzo grado
2)
sotto pena di nullità e dei danni, salvo che si tratti di cessioni di beni tra coniugi, discendenti o ascendenti entro il terzo grado.
3)
sotto pena di nullità e dei danni, salvo che si tratti di cessioni di azioni ereditarie tra coeredi, o di quelle fatte in pagamento di debiti o per difesa di beni posseduti dal cessionario
4)
sotto pena di annullabilità e dei danni, salvo che si tratti di cessioni di azioni ereditarie tra coeredi, o di quelle fatte in pagamento di debiti o per difesa di beni posseduti dal cessionario

Domanda n. 9
L'amministratore unico di una società per azioni può assumere la qualità di socio accomandatario di una società in accomandita per azioni che svolga un'attività concorrente?
1)
Sì, purché con l'autorizzazione del collegio sindacale
2)
Sì, in ogni caso
3)
No, in nessun caso
4)
No, salvo autorizzazione dell'assemblea

Domanda n. 10
Tizio è proprietario di una costruzione che, improvvisamente, crolla; egli è responsabile dei danni cagionati dal crollo?
1)
No, in ogni caso
2)
Sì, salvo che provi che la rovina della costruzione non è dovuta a difetto di manutenzione o a vizio di costruzione
3)
No, salvo che sia provato che la rovina della costruzione è dovuta a difetto di manutenzione o a vizio di costruzione
4)
Sì, in ogni caso


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"