domenica 15 dicembre 2019
 
 
Domanda n. 1
La pena edittale per il delitto di strage è:
1)
L’ergastolo, se è provocata la morte di più persone, in ogni altro caso la reclusione non inferiore a 15 anni
2)
In ogni caso l’ergastolo, tranne le ipotesi attenuate previste dalla legge
3)
L’ergastolo, se è provocata la morte anche di una sola persona, in ogni altro caso la reclusione non inferiore a 21 anni
4)
L’ergastolo, se è provocata la morte anche di una sola persona, in ogni altro caso la reclusione non inferiore a 15 anni
5)
L’ergastolo, se è provocata la morte di più persone, in ogni altro caso la reclusione non inferiore a 21 anni

Domanda n. 2
Le "circostanze speciali" in materia penale sono:
1)
Solo quelle previste per singoli reati determinati
2)
Quelle previste nella parte speciale del Codice Penale e relative a tutti i reati in esso previsti
3)
Quelle che si applicano solo a reati commessi da "speciali" categorie di soggetti
4)
Quelle che si applicano esclusivamente ai reati contro il patrimonio
5)
Quelle che comportano un aumento o una diminuzione di pena superiore ad un terzo della pena base

Domanda n. 3
Costituisce aggravante specifica del delitto di avvelenamento di sostanze alimentari:
1)
Se il fatto è commesso dall’esercente un’attività commerciale
2)
Se l’avvelenamento riguarda sostanze alimentari destinate al commercio
3)
Se dal fatto deriva la morte di alcuno
4)
Se dall’avvelenamento deriva pericolo per la salute pubblica
5)
Se dall’avvelenamento derivano lesioni personali gravi o gravissime

Domanda n. 4
Nel reato di omicidio, i rapporti di parentela tra il reo e la vittima:
1)
Non incidono né sulla pena né sul titolo del reato
2)
Attenuano la pena
3)
Non incidono sulla pena ma sul titolo del reato
4)
Aggravano la pena
5)
Incidono sia sul titolo del reato che sulla pena da

Domanda n. 5
Costituisce illecito amministrativo:
1)
La somministrazione di bevande alcoliche ad un minore degli anni 16
2)
Pubblicare arbitrariamente atti di un procedimento penale
3)
Compiere, in un luogo pubblico, atti contrari alla pubblica decenza
4)
L’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo
5)
La divulgazione di stampa clandestina

Domanda n. 6
Se è stata inflitta una pena detentiva diversa dall’ergastolo, la pena stessa, a seguito di liberazione condizionale, si estingue:
1)
Decorso tutto il tempo della pena inflitta, salvo che la legge disponga altrimenti
2)
Decorsi 5 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale
3)
Decorsi 3 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale
4)
Decorsi 3 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale, salvo che la legge disponga altrimenti
5)
Decorso tutto il tempo della pena inflitta

Domanda n. 7
Qual delle seguenti ipotesi non costituisce aggravante specifica del delitto di “interferenze illecite nella vita privata”?
1)
Se il fatto è commesso con l’utilizzo di strumenti di ripresa visiva o sonora
2)
Se il fatto è commesso dal Pubblico Ufficiale, con abuso dei poteri
3)
Se il fatto è commesso dal Pubblico Ufficiale o dall’incaricato di pubblico servizio, con abuso dei poteri
4)
Se il fatto è commesso da chi esercita, anche abusivamente, la professione di investigatore privato
5)
Se il fatto è commesso dal Pubblico Ufficiale o dall’incaricato di pubblico servizio, con abuso dei poteri, o da chi esercita, anche abusivamente, la professione di investigatore privato

Domanda n. 8
Il delitto di “cognizione illecita di comunicazioni telegrafiche o telefoniche” è compreso fra i delitti:
1)
Contro la persona
2)
Contro la fede pubblica
3)
Contro l’economia pubblica
4)
Contro la Pubblica Amministrazione
5)
Contro il patrimonio

Domanda n. 9
In caso di concorso tra circostanze aggravanti ed attenuanti, il Giudice, ai fini del calcolo della pena da infliggere:
1)
Applica le sole aggravanti, salvo le eccezioni previste per talune particolari circostanze attenuanti
2)
Procede ad un giudizio di comparazione con l’applicazione delle sole circostanze ritenute prevalenti, salvo le eccezioni previste dalla legge
3)
Le applica discrezionalmente
4)
Applica contemporaneamente tutte le circostanze
5)
Applica le sole attenuanti

Domanda n. 10
Chiunque, nell’esercizio di un’attività commerciale, compie atti di concorrenza con violenza:
1)
Secondo le diverse ipotesi, commette un delitto o una contravvenzione penale
2)
Commette un delitto perseguibile d’ufficio solo nelle ipotesi aggravate
3)
Commette un delitto perseguibile sempre a querela
4)
Commette un delitto perseguibile sempre d’ufficio
5)
Commette una contravvenzione penale


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"