lunedì 25 settembre 2017
 
 
Domanda n. 1
Le disposizioni del Codice Penale relative alla riabilitazione si applicano anche nel caso di sentenze straniere di condanna, riconosciute a norma della legge italiana?
1)
Si, ma solo a soggetti ce si trovino in particolari condizioni soggettive
2)
No
3)
No, salvo che la legge disponga altrimenti
4)
Si, salvo che la legge disponga altrimenti
5)
Si

Domanda n. 2
Quale, tra le seguenti ipotesi, costituisce circostanza aggravante specifica del delitto di truffa?
1)
Se il fatto è commesso da un incaricato di pubblico servizio
2)
Se dal fatto deriva per il soggetto passivo, un danno patrimoniale di rilevante entità
3)
Se il fatto è commesso a danno di un ente pubblico anche diverso dallo Stato
4)
Se il fatto ha per oggetto il rilascio di una qualsiasi autorizzazione o concessione amministrativa
5)
Se il fatto ha per oggetto il rilascio di una speciale abilitazione rilasciata dallo Stato

Domanda n. 3
Se è stata inflitta una pena detentiva diversa dall’ergastolo, la pena stessa, a seguito di liberazione condizionale, si estingue:
1)
Decorso tutto il tempo della pena inflitta, salvo che la legge disponga altrimenti
2)
Decorsi 5 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale
3)
Decorsi 3 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale
4)
Decorsi 3 anni dalla data del provvedimento di librazione condizionale, salvo che la legge disponga altrimenti
5)
Decorso tutto il tempo della pena inflitta

Domanda n. 4
In che cosa si differenzia la libertà controllata dalla libertà vigilata?
1)
Sono entrambe sanzioni sostitutive, la libertà controllata è applicabile solo in caso di pene detentive brevi, la libertà vigilata anche per pene detentive lunghe
2)
La libertà controllata è una sanzione sostitutiva, quella vigilata è una misura di prevenzione
3)
La libertà controllata è una sanzione sostitutiva, quella vigilata è una misura di sicurezza
4)
La libertà controllata è una misura alternativa, la libertà vigilata è una sanzione sostitutiva
5)
La libertà controllata è una misura alternativa, quella vigilata è una misura di sicurezza

Domanda n. 5
Se, tra più persone offese dal reato, taluno soltanto ha proposto querela, la remissione che questi ha fatto:
1)
Impedisce alle altre persone offese l’esercizio del diritto di querela, salvo che la legge disponga altrimenti
2)
Impedisce alle altre persone offese l’esercizio del diritto di querela
3)
Non pregiudica il diritto di querela delle altre
4)
Non pregiudica il diritto di querela delle altre, salvo che la legge disponga altrimenti
5)
Non pregiudica il diritto di querela delle altre solo se queste avevano già presentato la propria querela

Domanda n. 6
È sempre ordinata la confisca delle cose il cui uso, porto, detenzione o alienazione costituisce reato?
1)
Si, ma solo nei casi in cui è stata pronunciata condanna e se le cose non appartengono a persona estranea al reato
2)
Si, ma solo nei casi in cui è stata pronunciata condanna
3)
Si, tranne, in ogni caso, se le cose appartengono a persona estranea al reato
4)
La confisca è sempre obbligatoria solo per i delitti e non per le contravvenzioni
5)
Si, anche se non è stata pronunciata condanna

Domanda n. 7
L’esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose è punito:
1)
con arresto o ammenda
2)
con reclusione o multa
3)
esclusivamente con la reclusione
4)
esclusivamente con la multa
5)
con una sanzione amministrativa

Domanda n. 8
È compreso tra i delitti propri dei Pubblici Ufficiali contro la pubblica amministrazione:
1)
Subornazione
2)
Omissione di referto
3)
Falsa testimonianza
4)
Millantato credito
5)
Corruzione in atti giudiziari

Domanda n. 9
Qualora la pena inflitta sia l’ergastolo, quale organo decide sull’applicazione della detenzione domiciliare nei confronti della donna madre di prole non superiore ai dieci anni?
1)
Il Tribunale di Sorveglianza
2)
Il Magistrato di Sorveglianza
3)
Per la condanna all’ergastolo non può in ogni caso applicarsi la misura della detenzione domiciliare
4)
Esclusivamente la Corte d’Appello
5)
Il Giudice della sentenza, in ogni caso

Domanda n. 10
In materia penale, la colpa generica rappresenta:
1)
La colpa derivante dall'inosservanza di regole cautelari non scritte
2)
La colpa derivante dall'inosservanza di leggi e regolamenti destinati alla generalità dei consociati
3)
La colpa derivante dall'inosservanza di leggi e regolamenti destinati esclusivamente ad alcune categorie professionali
4)
La mancanza della "suitas" nella commissione del reato
5)
La colpa di un soggetto capace di intendere e di volere


User Area

 
Logout

STRUMENTI UTILI


Ti piace questo sito? Votalo in "Sullarete.it"